Prosecco truccato venduto come spumante docg: maxi sequestro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Ottobre 2015 9:58 | Ultimo aggiornamento: 3 Ottobre 2015 9:58
Prosecco truccato venduto come spumante docg: maxi sequestro

(Foto d’archivio)

TREVISO – Prosecco truccato venduto come spumante “docg” (di origine controllata e garantita): i carabinieri del Nucleo anti-sofisticazioni alimentari di Treviso hanno sequestrato milioni di bottiglie trovate in decine di cantine del Veneto, tra Belluno, Treviso e Venezia, come spiega Nicola Cendron sul Gazzettino.

Il prosecco veniva messo in vendita come spumante docg, ma in realtà era prodotto aggiungendo anche uve di vitigni di qualità inferiore.

In tutto sono stati sequestrati dai militari alcuni milioni di litri di vino, ora destinato ad essere declassato e quindi messo in vendita a un prezzo di mercato inferiore oppure distrutto. Ai produttori sono arrivate multe per decine di migliaia di euro.

Scrive Cendron:

“Una delle aree maggiormente passate al setaccio dai Nas, tra le centinaia di ispezioni effettuate nel corso dell’ultimo mese, è stata la provincia di Treviso ed in particolare Valdobbiadene e l’intera zona del prosecco Docg. L’indagine riguarda principalmente la produzione del 2014, certamente una delle annate peggiori per i produttori.

A far scattare i sigilli al vino, durante le ispezioni, sono state alcune anomalie nei registri delle bolle di carico e scarico delle cantine. Dall’analisi della documentazione da parte degli ispettori è emerso che alcuni imprenditori avrebbero messo sul mercato come docg del vino che era stato però prodotto utilizzando anche uve di altri vitigni di livello e qualità nettamente inferiore. Molti carichi di uva, non provenienti dai vigneti dell’area docg, non sarebbero stati registrati né dalla cantina di turno né dal venditore”.