Roma, allargato a 3 municipi il divieto vendita alcol dalle 24 alle 7

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 agosto 2015 22:38 | Ultimo aggiornamento: 10 agosto 2015 22:38
Roma, allargato in 3 municipi il divieto vendita alcol dalle 24 alle 7

Roma, allargato in 3 municipi il divieto vendita alcol dalle 24 alle 7

ROMA – Il sindaco di Roma Ignazio Marino estende ad altri tre municipi di Roma l’ordinanza che vieta la vendita di alcolici in strada dalle ore 24 alle ore 7. I Municipi di Roma interessati sono il III, IV e XV. Le vie in cui sarà vietato consumare bibite alcoliche e superalcolici sono le seguenti:

MUNICIPIO Roma III: Viale Gottardo e Viale Tirreno. Via Nomentana (tratto compreso tra Ponte Nomentano e Via Montasio), Via Cimone, Ponte Tazio. Via Maiella, Piazza Menenio Agrippa.

MUNICIPIO Roma IV: Tutte le vie e piazze ricadenti nell’area delimitata dalle seguenti vie: Via di Portonaccio, Via Giuseppe Arimondi, Via Baldissera, Piazza di Santa Maria Consolatrice, via Casal Bertone. Via di Portonaccio dal confine con il Municipio V, cavalcavia ferroviario, sino all’intersezione con Via di Casal Bertone.

MUNICIPIO Roma XV: Piazza Saxa Rubra (Prima Porta), Via della Stazione di Prima Porta, Via Villa di Livia, Via della Giustiniana dal civ. 1 al civ. 16 e Vicolo di Prima Porta. Via Cassia, nel tratto che va da Piazzale Ponte Milvio al civico 22. Viale Tor di Quinto per l’intera estensione. Largo Maresciallo Diaz, Ponte Milvio (area pedonale), tratto stradale di Via Cassia tra Ponte Milvio e via Bolsena, Via Riano.

L’ordinanza sarà valida fino al 31 ottobre 2015 per tutti i giorni della settimana, con divieto dalle ore 24 alle ore 7 di consumare bevande alcoliche e superalcoliche nelle strade pubbliche o aperte al transito pubblico. Dalle ore 22 alle ore 7 è vietato il consumo in contenitori in vetro. Sempre dalle ore 22 alle ore 7 è vietato anche vendere bevande alcoliche e superalcoliche per asporto, sia attraverso distributori automatici che in tutte le attività di vendita di alimenti e bevande.

Dalle ore 2 alle ore 7 non sarà più possibile somministrare bevande alcoliche e superalcoliche. Al mancato rispetto dell’ordinanza sono previste sanzioni di 280 euro per gli esercenti e 150 euro per i consumatori. La Polizia Locale di Roma Capitale e l’Ama hanno il compito di far rispettare il provvedimento e garantire il pieno decoro delle zone maggiormente interessate dalla movida.

Fino all’entrata in vigore di questa nuova ordinanza, i divieti riguardavano solo alcune strade ed alcuni quartieri della città. LE zone interessate erano alcune strade tra Castro Pretorio e l’Esquilino, la stazione Termini, l’isola Tiberina e le banchine del Tevere, Campo dè Fiori, piazza Navona, Monti, Celio, Trastevere, Testaccio e Prati, alcune zone di Montesacro, San Lorenzo, stazione Tiburtina, piazza Bologna, Pigneto, Marranella, Torpignattara, Ostiense, il quartiere di Ostia e Ponte Milvio.