Roma, autovelox sui Fori imperiali: limite a 30km/h

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 Agosto 2013 15:26 | Ultimo aggiornamento: 10 Agosto 2013 15:52
Roma, autovelox sui Fori imperiali: limite a 30km/h

Roma, autovelox sui Fori imperiali: limite a 30km/h

ROMA – Fori imperiali ‘sorvegliati speciali’ con autovelox mobili per controllare che tutti rispettino il limite di 30 chilometri orari. Bus compresi. Sono partiti sabato mattina, alle 6.40, i controlli dei vigili del Gruppo intervento traffico, voluti dal sindaco Marino, che continua a angariare la gente.

Sono due gli autovelox mobili in funzione – uno su via dei Fori imperiali, l’altro su via Labicana – puntati contro auto e scooter e pronti a ‘pizzicare’ i trasgressori. Nessuna scusa per i romani: su richiesta del Campidoglio già da venerdì tutti i panel elettronici della Capitale, che informano automobilisti sulla viabilità, riportano la notizia del via dei controlli. Intanto, come comunicato da Agenzia per la mobilità, sabato è scattata l’inversione del senso di marcia di parte di via dei Serpenti – precisamente nel tratto da via Nazionale a via Panisperna.

Non si fermano le polemiche sull’intervento di Marino. I residenti si lamentano per la scomparsa dei parcheggi a spina di pesce lungo via Merulana. Scrive il Messaggero:

Sollevazione popolare in via Merulana a causa della scomparsa dei parcheggi a “spina di pesce”, uno degli interventi accessori alla pedonalizzazione dei Fori Imperiali voluta da Marino. Tutta la viabilità limitrofa, da piazza del Colosseo fino a largo Ricci, è stata stravolta, creando non pochi disagi ad automobilisti, residenti, commercianti e persino vigili urbani. «Iniziamo col dire – dice Mario Fusciati, del comitato spontaneo residenti via Merulana – che nessuna delle associazioni dei residenti e commercianti delle zone coinvolte è stata convocata dal Comune per valutare il progetto. Qui hanno allargato la carreggiata, eliminando i parcheggi a spina di pesce, con il risultato che si sono dimezzati i posti auto per residenti e commercianti».

Luca Zanini sul Corriere della Sera evidenza un altro problema. I Fori pedonali rischiano di diventare un enorme boulevard a completa disposizione di baracchini di panini e bibite e venditori ambulanti, non certo uno spettacolo decoroso:

Resta da risolvere il nodo della presenza eccessiva di ambulanti – bancarelle abusive e camion bar – nell’area dell’Anfiteatro Flavio e di via di San Gregorio: ieri se ne contavano sei fra largo Agnesi, via dei Fori Imperiali (uno sul marciapiedi davanti alla stazione metrò) e l’area che va dall’Arco di Costantino all’ingresso del Palatino. Almeno tre avevano percorso aree inaccessibili ai veicoli privati e commerciali in seguito alla pedonalizzazione. E altri due insistono, da anni, nell’area ormai destinata agli stalli dei pullman turistici: la stessa che da poco il Comune ha raddoppiato aggiungendo nuovi parcheggi sul lato sotto l’Antiquarium. Come il Campidoglio intenda rimediare a questa imprevista «deroga» alle nuove regole della viabilità non è dato sapere. Il caso camion bar promette di dividere ancora gli amministratori dell’Urbe.