Strage di Cisterna, il messaggio audio di Antonietta Gargiulo dopo la morte delle figlie: “Il male non ha vinto”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 aprile 2018 14:49 | Ultimo aggiornamento: 7 aprile 2018 15:52
Strage di Cisterna, le prime parole di Antonietta Gargiulo dopo la morte delle figlie: "Il male non ha vinto"

Strage di Cisterna, le prime parole di Antonietta Gargiulo dopo la morte delle figlie: “Il male non ha vinto”

LATINA – E’ tornata a parlare per la prima volta da un mese e mezzo, Antonietta Gargiulo, la donna sopravvissuta alla strage di Cisterna.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano e Ladyblitz in queste App per Android. Scaricate qui Blitz e qui Ladyblitz.

Il marito di Antonietta Gargiulo, il carabiniere Luigi Capasso, lo scorso 28 febbraio la ferì gravemente prima di uccidere le due figlie di 8 e 14 anni. Luigi Capasso poi si tolse la vita. Il carabiniere aveva premeditato la strage da tempo. Capasso, infatti, era ossessionato dall’idea che la moglie potesse avere un altro uomo.

Dopo un lungo ricovero in ospedale, dove ha lottato a lungo tra la vita e la morte, ora Antonietta torna a parlare.

Antonietta ha affidato la sua voce alla pagina ufficiale della “Comunità Gesù risorto”. Un audio in cui spende parole di perdono e ringraziamento: “Ciao a tutti cari fratelli, sono Antonietta e oggi voglio ringraziare ognuno di voi per le preghiere e per l’amore. La mia vita oggi qui è un miracolo e ringrazio Dio ogni istante. Il vero miracolo, ancora, è l’amore che ha circondato me soprattutto le mie bambine. Il vero miracolo, è che l’odio, il male e il rancore non hanno vinto nei nostri cuori. Ma regna un senso di pace, pietà e misericordia”.