Boato terremoto Roma: il video del prima della scossa Boato terremoto Roma: il video del prima della scossa

Terremoto Roma: forte scossa nella zona Nord Est, molti in strada

ROMA – Un forte terremoto ha svegliato Roma all’alba di lunedì 11 maggio 2020.

La scossa, di magnitudo 3.3 della scala Richter, è stata registrata alle 5:03 nel nordest della provincia di Roma.

Il sisma è stato chiaramente avvertito dalla popolazione, come preceduto da una forte ‘esplosione’. Tante le chiamate ai servizi di emergenza da parte dei cittadini, molti svegliati di soprassalto dal sonno.

Secondo i dati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 10 km di profondità ed epicentro a 5 km da Fonte Nuova e a 11 dalla Capitale.

La scossa è stata avvertita distintamente in tutta Roma e in particolare nella zona nord est più vicina all’epicentro, e a Tivoli e Guidonia. Alcune persone sono scese in strada, molte le chiamate ai centralini delle forze dell’ordine.

Ingv: “Area non ha sismicità significativa”

​L’area interessata dalla scossa di questa mattina “non presenta una sismicità significativa negli ultimi anni”.

La conferma arriva dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia: “guardando i terremoti dal 1985 ad oggi – sottolineano gli esperti – si può notare che sono presenti pochissimi eventi e di bassa magnitudo, mentre se ci si sposta ad est, verso i comuni di Guidonia e Tivoli, la sismicità è più frequente”.

Anche la sismicità storica estratta dal ‘Catalogo Parametrico Italiano’ “non evidenzia terremoti significativi nelle vicinanze dell’epicentro di questa mattina”.

Tra gli eventi sismici che si possono ricordare c’è il terremoto del 24 aprile 1901 di magnitudo stimata 5.3 con epicentro nell’area della Sabina.

La pericolosità sismica dell’area è definita “media” secondo il modello di riferimento per l’Italia ma diventa più elevata spostandosi di pochi chilometri ad est.

Come emerge dalla ‘Mappa del risentimento sismico’ elaborata a partire dai questionari online, “la scossa è stata avvertita in maniera molto evidente nella città di Roma e in alcune località della provincia, in particolare nella zona ad est della capitale”.

Terremoto Roma 11 maggio, il sindaco di Fontenuova

“Un forte boato e tanta comprensibile paura ma non abbiamo segnalazione di danni”. Lo dice all’AGI il sindaco di Fontenuova Piero Presutti.

“Le case hanno tremato e i cittadini si sono allarmati – ha aggiunto –  a Fontenuova ci sono persone che provengono da zone limitrofe ad Amatrice e quindi sono particolarmente sensibili. Qualcuno è sceso in strada, ma al momento va tutto bene. Ci siamo attivati subito con la Protezione Civile e sappiamo che è tutto a posto”.

Protezione Civile: “Non dobbiamo spaventarci di scosse così”

“La scossa non ha generato danni nei Comuni di Fonte Nuova, Mentana e Monterotondo che sono i comuni più prossimi alla zona epicentrale”. Lo ha detto il capo ufficio stampa della Protezione civile, Pierfrancesco De Milito, a RaiNews 24.

“La tranquillità non è un atteggiamento da applicare al rischio sismico – ha aggiunto – ma sapendo che l’Italia è un Paese esposto a questo rischio, non dobbiamo meravigliarci o spaventarci di scosse come queste”. (Fonte Ansa e Agi).

Gestione cookie