Trovato corpo di donna con gola tagliata nel padovano

Pubblicato il 18 Gennaio 2011 16:22 | Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio 2011 19:03

Il cadavere di una donna con una profonda ferita al collo è stato trovato in un appartamento a Monselice, nel padovano. L’ipotesi è quella dell’omicidio. Sul posto si trovano i carabinieri di Abanio Terme e del nucleo investigativo di Padova. Del fatto è stata informata l’autorità giudiziaria.

Sono state trovate tracce di bruciature sui vestiti della donna che fanno pensare che chi l’ha colpita con un fendente mortale alla gola abbia poi cercato di bruciarla. I particolari sono stati appresi dall’Ansa in ambienti vicino agli inquirenti. La vittima sarebbe una giovane tra i 22 e 25 anni, probabilmente sudamericana.

La donna morta era una ballerina brasiliana di lap-dance. Secondo quanto si è appreso, Iulsa Sousa Moreira, 35 anni, era clandestina in Italia e divideva l’abitazione con una connazionale regolare, che ha trovato il cadavere rientrando a casa. La vittima, che frequentava i locali della provincia di Reggio Emilia, avrebbe lavorato anche come prostituta.

La donna – secondo i carabinieri – è stata uccisa sul proprio letto con un fendente alla gola. Il corpo è stato quindi portato nel bagno della casa, dove l’assassino ha tentato di bruciarlo con liquido infiammabile, coprendolo infine con sacchetti di plastica. I militari non hanno trovato segni di effrazione nell’appartamento e neppure di furto. E’ possibile percio’ che la straniera conoscesse chi l’ha uccisa o, comunque, abbia lei stessa aperto la porta all’assassino. I carabinieri stanno sentendo in queste ore la sua connazionale.