Afghanistan: esplosione centro Kabul, otto vittime

Pubblicato il 15 Dicembre 2009 7:15 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2009 10:05

kabulUna violenta esplosione provocata probabilmente da un’autobomba ha scosso la mattina del 15 dicembre il centro di Kabul. Testimoni parlano di una spessa coltre di fumo che oscura il cielo della capitale afgana, nel quartiere di Wazir Akhbar Khan, dove risiedono funzionari governativi, sede di organizzazioni internazionali e residenze diplomatiche.

Secondo le prime informazioni i morti sono otto e i feriti 40. Un testimone oculare ha detto all’agenzia di stampa afghana Pajhwok che lo scoppio è avvenuto davanti all’ Hotel Heetal posto vicino ad alcune ambasciate occidentali, fra cui quella statunitense e quella italiana.

L’attentato è avvenuto molto vicino alla residenza di Ahmad Zia Massud, il primo vicepresidente del primo governo nato dalle elezioni del presidente Hamid Karzai dal dicembre 2004 al novembre 2009 e poco prima che venisse inaugurata una conferenza internazionale sul tema della corruzione a cui doveva intervenire anche il presidente Karzai.

Massud era a casa al momento dello scoppio e gli uomini della sicurezza hanno provveduto a trasferirlo in un luogo sicuro.