L’ateo che tenta di uccidere il coinquilino perché convinto che sia Gesù

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Aprile 2014 - 15:24 OLTRE 6 MESI FA
Gustav Potthoff

Gustav Potthoff

ORLANDO (FLORIDA) – Ha provato l’assalto brandendo una tazza di vetro e un coltello da burro. E’ la storia di Gustav Potthoff, ateo convinto e integralista, che lunedì scorso (7 marzo) ha tentato di uccidere il coinquilino, Raymond Hernandez. Motivo? Si era convinto che il coinquilino fosse Gesù.

Raymond Hernandez, il coinquilino, era andato in cucina per farsi un drink quando ha visto venirsi incontro Gustav con una tazza di vetro il coltello da burro. Poi la tentata aggressione, l’arrivo della polizia e l’arresto. Ammanettato e portato in carcere Gustav ha dato versioni differenti dell’aggressione. Adesso si aspetta il processo ma Gustav ha già fatto sapere di volere un avvocato ateo, e non credente. Il giudice ha già fatto sapere che Gustav se vuole è libero di scegliersi l’avvocato, ma dovrà pagarlo di tasca sua.