Michael Zehaf-Bibeau, chi è il killer di Ottawa: jihadista, pregiudicato, passaporto ritirato

Canada, attacco Isis. Killer un pregiudicato: dopo conversione passaporto ritirato
Canada, attacco Isis. Killer un pregiudicato: dopo conversione passaporto ritirato

OTTAWA (CANADA) – Canada, attacco Isis. Killer un pregiudicato: dopo conversione passaporto ritirato. Aveva precedenti penali sia in Quebec sia in British Columbia Michael Zehaf-Bibeau, l’uomo di 32 anni che ieri ha aperto il fuoco davanti al Parlamento di Ottawa uccidendo un militare prima di essere colpito a morte: lo riportano oggi i media canadesi. Documenti giudiziari ottenuti dall’emittente Cbc News indicano infatti che Zehaf-Bibeau, canadese convertito all’Islam, era stato condannato in passato in Quebec a 60 giorni di reclusione per possesso di stupefacenti (nel 2004).

Mentre più di recente, nel 2011, aveva scontato un altro giorno di prigione, questa volta in British Columbia, per minacce durante una rapina a Vancouver. Secondo documenti di un tribunale del Quebec risalenti al 2004, Zehaf-Bibeau viveva all’epoca a Montreal, dove tuttora vive sua madre – Susan Bibeau – che è dipendente del governo federale. Sempre secondo la Cbc News, l’uomo è cresciuto a Laval, a nord di Montreal.

I media canadesi confermano inoltre che i servizi segreti gli avevano confiscato a luglio il passaporto, considerandolo dopo la conversione “un viaggiatore ad alto rischio”. L’uomo è stato freddato da una guardia, Kevin Vickers, all’interno del Parlamento, a pochi metri dalle aule dove in quel momento i deputati del Partito conservatore del premier Stephen Harper e dell’opposizione stavano discutendo come far fronte alla crescente minaccia del terrorismo nel Paese.

Le foto (Ap/LaPresse)

Comments are closed.

Gestione cookie