Messico: cittadina francese Florence Cassez condannata a 60 anni di carcere

Pubblicato il 14 Febbraio 2011 23:09 | Ultimo aggiornamento: 14 Febbraio 2011 23:09

Florence Cassez

CITTA’ DEL MESSICO – Dovrà passare 60 anni nelle prigioni messicane Florence Cassez, cittadina francese riconosciuta colpevole di di tre sequestri di persona e di possesso d’armi. Per la giustizia messicana la Cassez è a tutti gli effetti un  membro della banda malavitosa “Los Zodiaco”.

Il 14 febbraio, infatti, il tribunale di Città del Messico ha respinto il ricorso della Cassez, confermando la sentenza di primo grado. Con questa conferma, di fatto, finiscono le possibilità di ricorso per la cittadina francese.

La vicenda della Cassez è stata al centro di un vero e proprio scontro diplomatico tra Francia e Messico.  Nei giorni scorsi, infatti, il presidente Nicolas Sarkozy aveva chiesto al collega messicano Felipe Calderon che Florence Cassez venisse trasferita a Parigi, come previsto dalla Convezione di Strasburgo. Secco, però, il  “no” del presidente messicano.

Quando la Cassez ha presentato l’ultimo ricorso, infatti, sono scese in campo diverse Ong messicane, chiedendo al presidente Calderon di non cedere alle pressioni politiche.

La Cassez si è sempre dichiarata innocente (e parte dell’opinione pubblica francese ne è convinta) ma i giudici messicani  hanno definito “infondati” gli argomenti esposti dai suoi legali. La donna, spiegano i giudici,  è stata arrestata “perché era in possesso di un’arma” e perché quando subito dopo è stata perquisita la sua casa “sono state trovate ammanettate le persone sequestrate” dalla banda di cui faceva parte.

La francese ha sempre detto di essere coinvolta solo perché fidanzata col capo della banda. A smentirla, spiega la Bbc, sono però i racconti degli ex prigionieri che hanno parlato di un “ruolo attivo” ricoperto dalla Cassez nei sequestri.

[gmap]