Gaza, 130 morti dopo tregua fallita. Hamas: “Soldato morto sotto bombe Israele”

Gaza, 130 morti dopo tregua fallita. Hamas: "Non sappiamo nulla del soldato rapito"
Gaza, 130 morti dopo tregua fallita. Hamas: “Non sappiamo nulla del soldato rapito”

TEL AVIV – Sono almeno 107 i palestinesi rimasti uccisi da venerdì ovvero da quando è saltata la tregua nella Striscia di Gaza in seguito al presunto rapimento di un soldato israeliano da parte di un commando di palestinesi. Altre 35 vittime negli ultimi attacchi nella zona di Rafah.Dall’inizio dell’operazione militare israeliana, 1.640 palestinesi sono rimasti uccisi

L’ala militare di Hamas ha dichiarato di non avere notizie sul soldato israeliano disperso e di ritenere che l’ufficiale possa essere rimasto ucciso in un bombardamento israeliano. Il braccio armato palestinese ha inoltre affermato di aver perso i contatti con i militanti che stavano operando in quell’area, nella parte meridionale della Striscia di Gaza dove è stato dato per disperso il 23enne sottotenente Hadar Goldin.

Abbiamo perso i contatti con i militanti che hanno preso parte all’imboscata e riteniamo siano stati tutti uccisi nei bombardamenti. Supponendo che siano riusciti a catturare il militare in combattimento, riteniamo che sia stato a sua volta ucciso”.

Intanto, si è conclusa alle primissime ore di sabato la riunione del gabinetto di sicurezza israeliano convocata per discutere degli ultimi sviluppi a Gaza, dopo il fallimento della tregua umanitaria di 72 ore ed il rapimento del soldato israeliano. La riunione è durata 5 ore, sottolineano i media locali.

Comments are closed.

Gestione cookie