Gaza, razzi israeliani colpiscono scuola Onu: 17 morti, anche bimbi (foto)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Luglio 2014 15:34 | Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2014 20:13

GAZA – Dopo l’ospedale, giovedì 24 luglio, i razzi di Israele hanno colpito una scuola dell’ente dell’Onu per i profughi, l’Unrwa, in cui avevano trovato riparo molti sfollati. Almeno diciassette persone, tutti civili palestinesi, sono morte, mentre i feriti sono circa 200. La scuola colpita si trova a Beit Hanun, nel Nord della Striscia di Gaza. Tra le vittime ci sono membri dello staff Onu, bambini e donne, ha spiegato il segretario generale dell’Onu, Ban Ki Moon, che ha commentato:

“Sono sconvolto. Ancora una volta ribadisco che tutte le parti devono rispettare i loro obblighi in base al diritto umanitario internazionale”, ha aggiunto il segretario generale, il quale ha espresso il suo cordoglio alle famiglie delle vittime. “L’attacco di oggi sottolinea l’imperativo che le uccisioni devono fermarsi, e devono fermarsi ora”.

Nelle ultime due settimane, da quando è iniziata l’offensiva di Israele nella Striscia, sono 746 i palestinesi morti e altri 4.640 sono rimasti feriti, secondo la agenzia di stampa palestinese al-Ray vicina a Hamas.

MORTI 146 BAMBINI DALL’INIZIO DELLA GUERRA – Dopo l’attacco alla scuola dell’Unrwa, l’Unicef ha lanciato un appello di raccolta fondi per l’emergenza Gaza. E ha fatto i conti delle vittime: 146 bambini e adolescenti sono morti (il 33% di tutti i civili uccisi) nella Striscia e molti altri sono rimasti feriti. Più di 100.000 persone (il 50% bambini) si sono rifugiate in 62 scuole dell’Unrwa e in 12 scuole pubbliche. Oltre 72.000 bambini hanno bisogno di sostegno psicologico. 85 scuole sono state danneggiate. 1,2 milioni di persone non hanno accesso sicuro all’acqua potabile.

(Foto Ansa)