Incidente Air France Rio-Parigi: “Colpa del co-pilota”

Pubblicato il 3 Giugno 2012 10:29 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2012 10:37

RIO DE JANEIRO, 2 GIU – Un'errata manovra del giovane co-pilota ai comandi e' stata la causa dell'incidente aereo dell'1 giugno del 2009, quando l'Airbus A-330 dell'Air France, che aveva lasciato Rio de Janeiro diretto a Parigi, si e' inabissato in pochi minuti nell'Oceano Atlantico, con un bilancio di 228 vittime. Lo assicura oggi il blog G1 della rete O Globo, che rivela il rapporto finale in tal senso dell'Ufficio di indagini e Analisi (Bea) di Parigi che e' stato inviato alle autorita' brasiliane. Il blog, che assicura di aver avuto accesso ad una copia del documento, precisa che la disposizione delle informazioni sul pannello ed il disegno della cabina ''sono stati fattori'' che hanno contribuito a far si' che l'equipaggio abbia avuto difficolta' a rendersi conto che la manovra sbagliata del co-pilota stava facendo perdere stabilita' all'aereo.

Secondo i dati riportati da G1, nei drammatici momenti finali i piloti hanno tentato di impedire l'incidente, ma la velocita' dell'Airbus era ormai tanto bassa che era praticamente impossibile evitarlo. Il blog, che non precisa come ha ottenuto il documento, informa inoltre che il Bea divulghera' il suo rapporto finale il prossimo 5 luglio.