Brutus, Athena o Zeus: gli Usa danno il nome anche alle tempeste di neve

Pubblicato il 3 ottobre 2012 0:48 | Ultimo aggiornamento: 3 ottobre 2012 1:50
Tempesta di neve a Chicago

(LaPresse)

WASHINGTON – Brutus, Athena o Zeus. Anche le tempeste di neve avranno un nome tutto loro come già si fa con gli uragani. Gli Stati Uniti hanno deciso di introdurre per primi l’usanza di unio nome per le tempeste di neve, le forti perturbazioni invernalie le piogge torrenziali a partire dalla stagione invernale 2012-2013.

A decidere di ‘battezzare’ le ‘formazioni’ meteorologiche di rilievo, proprio come gli uragani estivi, è stato il seguitissimo ‘Weather Channel’ Usa, il canale del meteo, con l’obiettivo di rendere lo ‘stato di allerta’ più facile da seguire per la popolazione.

“Dare un nome ad uno ‘storm’, una tempesta invernale – spiegano gli ideatori – significa cercare di prevederne l’impatto in termini di viabilità, di possibile chiusura delle scuole e degli uffici e degli aeroporti. Nonché di dare indicazioni sulla quantità di neve o di pioggia in arrivo. Diversamente dagli uragani tropicali però, le perturbazioni invernali – osservano gli esperti – non solo sono più difficili da quantificare, ma si formano compiutamente in media solo tre giorni prima del loro arrivo”.

Di ‘Giove’, ‘Nemo’, o ‘Rocky’ , questi alcuni dei nomi già in cantiere, se ne avrà quindi notizia ravvicinata, ma pur sempre utile.