Steven Crohn, immune all’Aids, si uccide: “Tutti i suoi amici erano morti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 settembre 2013 14:06 | Ultimo aggiornamento: 17 settembre 2013 14:07
Steven Crohn, immune all'Aids, si uccide: "Tutti i suoi amici erano morti"

Steven Crohn, immune all’Aids, si uccide: “Tutti i suoi amici erano morti” (foto Facebook)

NEW YORK – Steven Crohn si è ucciso. Steven era immune all’Aids. Il suo caso aveva sconvolto il mondo e interessato tutta la comunità scientifica.

La spiegazione del suicidio l’ha data la sorella di Steven, laconica: “Si è ucciso perché non aveva più amici”. Ovvero “perché tutti i suoi amici erano morti”.

Crohn, omosessuale, era riuscito a evitare di diventare sieropositivo anche durante il picco della malattia nella comunità gay di New York. Anche il suo compagno, Jerry Greenwood, era morto per la malattia nel 1982.

Crohn fu studiato e gli scienziati scoprirono che il suo organismo resisteva anche se venivano iniettate quantità di Hiv di molto superiori alla quantità di virus che si può trasmettere sessualmente.