Tensioni razziali in Sud Africa: rissa in tv

Pubblicato il 9 Aprile 2010 14:23 | Ultimo aggiornamento: 9 Aprile 2010 14:23

Non si fermano in Sudafrica le tensioni innescate dall’omicidio, avvenuto il 3 aprile scorso, di Eugene Terre’Blanche, il leader dell’estrema destra strenuo sostenitore dell’apartheid. Andre Visagie, il portavoce dell’Awb (Afrikaner Weerstandsbeweging, il Movimento di resistenza afrikaner, che nei giorni scorsi ha promesso vendetta per l’omicidio), è andato su tutte le furie in un dibattito tv minacciando il giornalista e un’analista politica colpevole di averlo interrotto.

le tensioni sono sfociate in un dibattito tv, “Africa 360”, in diretta sull’emittente e.tv: Andre Visagie era in studio con l’analista politico di colore Lebohang Pheko per discutere di relazioni razziali all’indomani dell’assassinio di Terre’Blanche. Palesemente infastidito dalle tante domande della donna che gli chiedeva se il politico non si preoccupasse dei milioni di lavoratori agricoli di colore oppressi dagli agricoltori bianchi in Sudafrica, quest’ultimo si è alzato d’improvviso dalla sedia; ha gettato per terra il microfono e si è scagliato verbalmente contro la donna urlandole: «Non puoi interrompermi»; «Con te non ho ancora finito». Il giornalista Chris Maroleng è intervenuto per sedare gli animi, prima di essere fermato dalle guardie del corpo del politico.