Terremoto tra Pakistan e Afghanistan: centinaia di morti

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Ottobre 2015 12:05 | Ultimo aggiornamento: 26 Ottobre 2015 19:57
Terremoto tra Pakistan e Afghanistan: 27 morti

Un’infografica del terremoto su Times of India

NEW DELHI – Una scossa di magnitudo 7,7 gradi sulla scala Richter ha colpito la regione dell’Hindukush, regione a cavallo fra il Pakistan e l’Afghanistan. Il sisma è stato avvertito anche in tutto il nord indiano. Un primo e provvisorio bilancio del terremoto parla di almeno 145 morti e centinaia di feriti: il sisma, però, è avvenuto in un’area densamente popolata e la sensazione è che il bilancio, purtroppo, sia ancora destinato a salire.  Almeno 200 dei feriti, riferisce Express Tv, sono ricoverati nel Lady Reading Hospital di Peshawar nel nord-ovest pachistano.

I media pachistani hanno sottolineato che si è trattato di una serie di scosse della durata di vari minuti e che il sisma è stato chiaramente avvertito a Lahore, Islamabad Rawalpindi, Peshawar, Kohat e Malakand, dove la gente si è precipitata in strada. Il governo ha attivato le procedure di emergenza per verificare i danni soprattutto nella parte settentrionale del Pakistan da giorni peraltro colpita da forti temporali.

Il terremoto è stato avvertito nell’India del Nord fra il Kashmir e New Delhi. In particolare in Kashmir le linee telefoniche e elettriche sono saltate, mentre il panico si è impadronito della popolazione in molte città, fra cui Srinagar, Chandigar in Haryana e Shimla in Himachal Pradesh. La scossa è stata avvertita chiaramente anche a New Delhi anche se nella capitale non sembrano esservi danni.

L’epicentro è stato individuato a circa 260 chilometri a nord di Kabul. Il governo afghano ha dichiarato un’emergenza per le province di Baghlan e Badakhshan, nel nord del Paese. Gli edifici hanno tremato anche nella capitale Kabul, dove il Senato è stato evacuato mentre era in corso una seduta. In alcune province sono saltate le linee telefoniche cellulari.