Yemen. Tentato sequestro ambasciatrice tedesca, uccisa guardia: Sanaa smentisce

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 ottobre 2013 18:11 | Ultimo aggiornamento: 6 ottobre 2013 19:44
Yemen. Tentato sequestro ambasciatrice tedesca: uccisa guardia del corpo a Sanaa

Carola Mueller-Holtkemper

SANAA – L’ambasciatrice tedesca nello Yemen, Carola Mueller-Holtkemper, è sfuggita ad un tentativo di sequestro il 6 ottobre a Sanaa, capitale del Paese, riferiscono fonti europee. Nello scontro a fuoco ingaggiato con gli assalitori ha perso la vita una guardia del corpo dell’ambasciatrice. Il tentativo di sequestro è scattato all’uscita da un grande magazzino, nel quartiere di Hadda. Le autorità yemenite però smentiscono che l’ambasciatrice si trovi nel Paese.

In un primo momento le fonti dei servizi di sicurezza dello Yemen avevano parlato della morte di un cittadino tedesco, non specificando che si trattasse della guardia del corpo dell’ambasciatrice. Gli assalitori hanno atteso a bordo di un’auto che i diplomatici uscissero dal grande magazzino, poi hanno affiancato la guardia del corpo e sparato una raffica di colpi.

L’ambasciata tedesca a Sanaa è una delle sedi diplomatiche che in agosto avevano ricevuto minacce dalla rete terroristica di al Qaida.

Le autorità yemenite hanno smentito stasera che l’ambasciatore tedesca sia stata vittima di un tentativo di sequestro nella capitale. La Mueller-Holtkemper “non è attualmente nello Yemen”, ha dichiarato un responsabile del ministero degli Esteri. Aggiungendo che “sembra che la sua guardia del corpo sia stata uccisa mentre cercava di resistere a un commando che lo voleva sequestrare”.