Passera: “Italia ha fatto il necessario per salvarsi”

Pubblicato il 11 Giugno 2012 12:25 | Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2012 12:29

MILANO, 11 GIU – ”L’Italia ha fatto quello che era necessario per salvarsi dal punto di vista finanziario nei mesi scorsi”. Cosi’ il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, risponde a chi gli chiede se oggi l’ipotesi di salvataggio dell’Italia e’ piu’ lontana o piu’ vicina.

“Questa grande disciplina che ci siamo dati in termini di conti pubblici ci mette tra i paesi che meglio possono affrontare il turbine finanziario nel quale l’Europa oggi e”’, ha spiegato Passera precisando: ”e’ chiaro che l’altro pezzo del risanamento e’ quello che deve passare attraverso la crescita”. Su questo punto, secondo il ministro dello Sviluppo economico ”rimane molto da fare, anche se fin dall’inizio il Governo e’ intervenuto su questo”.

Il piano Ue di 100 miliardi destinati alle banche spagnole significa che ”ci si salva tutti insieme, o perlomeno nessuno si salva da solo, e che l’Europa e’ in grado di fare quello che e’ necessario in certi casi”. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, a margine di un convegno a Milano, precisando che ”la Spagna ha portato un piano credibile e l’Europa ha risposto in maniera adeguata”.

”La crescita, insieme alla disciplina di bilancio, sono le due leve con cui l’Italia si e’ riconquistata, e si deve riconquistare ulteriormente, la credibilita’ per giocare in Europa il ruolo di spingitore della crescita”. E precisa: ”Abbiamo pronto un decreto con norme molto rilevanti per aiutare le imprese a creare posti di lavoro”.

E a chi gli chiede se il governo ha il coraggio di tagliare gli sprechi dei costi della politica, risponde: “Abbiamo il coraggio” di tagliare. ”Nella nostra societa’ l’unica cosa che crea fiducia e’ l’esempio concreto – precisa Passera -. Ora occorre dimostrarlo concretamente”.