Equitalia non riscuoterà più multe dal 1 luglio. Caos Comuni a caccia di soldi

Pubblicato il 10 Giugno 2013 11:06 | Ultimo aggiornamento: 10 Giugno 2013 11:07
Equitalia non riscuoterà più multe dal 1 luglio. Caos Comuni a caccia di soldi

Equitalia non riscuoterà più multe dal 1 luglio. Caos Comuni a caccia di soldi

ROMA – Equitalia non riscuoterà più multe dal 1 luglio. Caos Comuni a caccia di soldi. Mentre il Governo decide in fretta e furia l’ennesima proroga fino a fine anno a Equitalia della riscossione dei tributi dei Comuni, dimentica di menzionare la riscossione delle multe nel provvedimento (emendamento al decreto sblocca-crediti P.A.). Tutti compatti a parole contro la “cattiva” Equitalia, tutti in ginocchio da Equitalia alla fine perché resti ancora 6 mesi (e di proroga in proroga si prolunga l’incertezza normativa in un settore cruciale come quello del recupero delle entrate che i contribuenti non pagano spontaneamente).

Oggi, la legge stabilisce che Imu, Tarsu… le tasse degli enti locali continuerà a riscuoterle Equitalia fino al 31 dicembre 2013. Ma a coloro che, vista la multa sul parabrezza, non ci pensano nemmeno un istante a pagarla volontariamente,  chi ingiungerà di pagarla? Vista la ambiguità del testo e la mancanza di indicazioni certe (rilevate dal Sole 24 Ore del 10 giugno) sembra un disincentivo alla correttezza fiscale. Con l’aggravante che le casse dei Comuni languono sempre di più dal lato della “riscossione coattiva” effettuata da Equitalia: nel 2012 alla voce “non erario” (depurato dai tributi locali), cioè le multe mancava, all’appello il 10% della riscossione dell’anno precedente.

Questo si deve anche al fatto che ad Equitalia siano state spuntate le unghie con le quali aggrediva i contribuenti morosi. Lo stop alle azioni esecutive (2011 governo Berlusconi) che escludeva i debiti sotto i 2 mila euro doveva abbassare le pretese di Equitalia sul fisco statale ma ha finito per impattare sulle cartelle esattoriali dei Comuni che nel 95% dei casi sono sotto i mille euro (e l’ultimo abbassamento del governo Monti a 1000 euro non sposta il problema della riscossione da parte degli enti locali).

In più bisognerà aggiungere che lo stop a Equitalia finisce per riguardare anche i contratti con le società private di riscossione: i Comuni dovrebbero rapidamente riattivare subito le gare, ma le nuove regole non ci sono. Nel caos delle regole la morale è la solita: pagheranno solo gli onesti perché ad oggi nessuno è abilitato a riscuotere le multe di chi non le versa spontaneamente e perché, gli onesti, riceveranno anche la beffa di altre tasse incrementate per coprire il buco della riscossione.