Poveri o evasori? 10 milioni di italiani pagano “zero” Irpef

Pubblicato il 11 Novembre 2010 17:26 | Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2010 17:38

Italiani “poveri” o “evasori”? Sono più di 10,7 milioni i contribuenti che ”pagano” zero Irpef, perché dichiarano redditi molto bassi o utilizzano “sconti” che annullano le imposte da pagare. E’ quanto emerge dalle statistiche delle dichiarazioni fiscali 2009 relative al 2008 che confermano anche come la metà dei contribuenti italiani dichiari non oltre 15.000 euro annui e circa due terzi non più di 20.000 euro.

I nuovi dati messi a disposizione sul sito del Dipartimento delle Finanze, con una maggiore informazione di dettaglio, confermano il basso livello di reddito dichiarato dalla maggioranza degli italiani dove, solo l’1% dei dichiaranti supera i 100 mila euro.

Questa classe di “Paperoni” paga il 18% del totale imposte dirette mentre il 52% del totale dell’imposta è pagato dal 13% dei contribuenti con redditi oltre i 35 mila euro: in pratica chi guadagna tanto fornisce un grosso contributo al Fisco.

In totale sono invece oltre 31 milioni i contribuenti Irpef, il 74% del totale dei contribuenti per un valore medio di 4.701 euro. Quanto invece agli oltre 10 milioni di soggetti con imposta netta pari a zero, si tratta di contribuenti con livelli di reddito che li fanno rientrare nelle fasce di esonero o di contribuenti che fanno valere detrazioni tali da far azzerare l’imposta lorda. Nel dettaglio l’analisi della distribuzione dei contribuenti per livello di reddito evidenzia che il 49,79% (20,8 milioni di soggetti) dichiara redditi Irpef inferiori a 15.000 euro l’anno e il 40,61% (circa 17 milioni) dichiara redditi tra 15.000 e 35.000 euro. In totale il 90,4% dei contribuenti dichiara meno di 35.000 euro e solo lo 0,95% dichiara redditi maggiori di 100.000 euro.