Gecia, Deutsche Bank pensa a Geuro, moneta parallela

Pubblicato il 21 Maggio 2012 - 21:45 OLTRE 6 MESI FA

BERLINO, 21 MAG – Deutsche Bank ritiene possibile l’introduzione di una moneta parallela all’euro in Grecia. Geuro: e’ questo il nome con cui il capo-economista dell’istituto di Francoforte, Thomas Mayer, ha battezzato in un rapporto pubblicato oggi quella che potrebbe essere la nuova moneta, una valuta parallela che permetterebbe ad Atene di uscire dall’euro, senza farlo formalmente. Per Mayer il Paese ellenico potrebbe evitare il crollo con una sorta di escamotage, finanziando con il debito l’emissione di questa nuova moneta.

Atene, ha spiegato il banchiere, potrebbe pagare in ‘geuro’ gli scambi interni e le importazioni necessarie alla sopravvivenza del Paese. La nuova moneta sarebbe fortemente svalutata, permettendo alla Grecia di tornare competitiva nelle esportazioni. ”La Grecia potrebbe rimanere formalmente nell’eurozona e avvantaggiarsi della svalutazione necessaria a renderla più competitiva”, ha detto Mayer all’agenzia Dow Jones. In seguito, qualora l’economia e il bilancio pubblico ellenico tornassero solidi, si potrebbe decidere di riavvicinare il valore del geuro all’euro. ”In questo modo l’euro non sarebbe sostituito in un colpo, ma completato con uno strumento finanziario che prenderebbe il carattere di una moneta”, ha spiegato Mayer: ”un processo parziale e lento di eliminazione dell’euro che sarebbe meno dannoso”. L’introduzione di una moneta parallela era stata proposta in precedenza anche da altri economisti.