Grecia ancora in crisi: ha il deficit più alto di tutta l’Ue. Ma nel debito è seguita subito dall’Italia

Pubblicato il 15 Novembre 2010 12:00 | Ultimo aggiornamento: 15 Novembre 2010 12:00

Il deficit più alto di tutta l’eurozona: è quello della Grecia. Nel 2009 ha raggiunto il 15,4 per cento, mentre il debito pubblico toccava quota 126,8 per cento.

A rendere noti i dati l’Eurostat, che ha terminato il processo di revisione delle statistiche macroeconomiche di Atene. Secondo la revisione al rialzo dei conti pubblici compiuta da Bruxelles, il rapporto deficit/pil greco è stato pari a -5,7 per cento nel 2006, a -6,4 per cento nel 2007, a -9,4 per cento nel 2008 per arrivare al -15,4 per cento nel 2009.

Tutto questo mentre l’Italia chiudeva l’anno con un deficit al 5,3 per cento (dal 2,7 dell’anno precedente) e un debito pubblico del 116 per cento (106,3 nel 2008).

La spesa pubblica del nostro Paese si è attestata al 51,9 per cento (dal 48,8 del 2008), mentre le entrate sono risultate stabili al 46,6 per cento (46,2 l’anno precedente).

Per quanto riguarda invece il rapporto tra debito e Pil  in Grecia è stato del 106,1 per cento nel 2006, 105,0 per cento nel 2007, 110,3 per cento nel 2008 per raggiungere quota 126,8 per cento nel 2009, ovvero 298.032 milioni di euro. La spesa per il 2009 è stata calcolata al 53,1 per cneteo, mentre le entrate al 37,8 per cento.

La Grecia ha quindi il deficit più alto di tutta l’Ue, seguita dall’Irlanda con 14,4 per cento, dalla Gran Bretagna con 11,4 e dalla Spagna con 11,1. Stesso record negativo per il debito di Atene, a cui è seconda l’Italia con 116,0 per cento, seguita dal Belgio con 96,2 e Ungheria con il 78,4.