Morgan Stanley ridurrà i compensi e i bonus

La banca ha destinato ai compensi il 62% dei ricavi lo scorso anno: si tratta della percentuale più elevata da un decennio e superiore a quella stabilita da molte delle banche rivali, compresa Goldman Sachs
L’amministratore delegato di Morgan Stanley, James Gorman, si è impegnato la scorsa settimana a ridurre il rapporto tra i compensi e i ricavi dopo le sollecitazioni giunte da alcuni azionisti sulla percentuale particolarmente alta destinata a bonus e compensi nel 2009. Lo riporta il Wall Street Journal.
Morgan Stanley ha destinato ai compensi il 62% dei ricavi lo scorso anno: si tratta – prosegue il quotidiano – della percentuale più elevata da un decennio e superiore a quella stabilita da molte delle banche rivali, compresa Goldman Sachs.
La banca precisa che le dichiarazioni di Gorman non sarebbero dovute a pressioni esterne e che non c’è alcun segnale di malcontento fra gli azionisti.
Gestione cookie