Tetto agli stipendi pubblici. Manager con limite: 311 mila euro

Pubblicato il 14 Dicembre 2011 11:52 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2011 11:52

ROMA – I manager pubblici non potranno guadagnare più di 311 mila euro all’anno: lo stabilisce la manovra del governo Monti, che ha messo un tetto agli stipendi nella pubblica amministrazione.

Il limite massimo annuo della retribuzione dei dirigenti non potrà superare il trattamento economico del Primo presidente della Corte di Cassazione: 311 mila euro, appunto.

Il tetto allo stipendio vale comunque per tutti i dipendenti pubblici: recita ma la manovra “chiunque riceva a carico delle finanze pubbliche emolumenti o retribuzioni nell’ambito di rapporti di lavoro dipendente o autonomo con pubbliche amministrazioni statali”.

La novità è stata prevista da un emendamento dei relatori alla manovra.