Energia, cresce la spesa italiana all’estero

Nel 2010 la fattura energetica, vale a dire l’onere che il Paese sostiene per approvvigionarsi di energia oltre i confini nazionali, salirà intorno a 47,5 miliardi di euro, contro i 41,4 miliardi del 2009

Sale la spesa estera dell’Italia per l’energia. Nel 2010 la fattura energetica, vale a dire l’onere che il Paese sostiene per approvvigionarsi di energia oltre i confini nazionali, salirà intorno a 47,5 miliardi di euro, contro i 41,4 miliardi del 2009.

La previsione è dell’Unione petrolifera, che nel Consuntivo 2009 stima per l’anno in corso una ripresa dei consumi e un ”generalizzato recupero dei prezzi delle diverse fonti”, fra cui il petrolio.

Rispetto al 2008, nel 2009 il Paese aveva risparmiato 18,4 miliardi, con un peso sul Pil che e’ sceso al 2,7% dal 3,8% dell’anno precedente.

Gestione cookie