Brescia, crolla croce dedicata a papa Wojtyla: muore giovane di 21 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Aprile 2014 16:31 | Ultimo aggiornamento: 24 Aprile 2014 17:08

 BRESCIA – Un giovane di 21 anni è morto a Cevo, in Vallecamonica, nel bresciano, schiacciato dal Cristo Redentore, la croce realizzata dall’artista Enrico Job in occasione della visita a Brescia di Papa Giovanni Paolo II nel settembre del 1998. 

Il ragazzo, residente a Lovere nel Bergamasco, era in gita con amici dell’oratorio. La scultura sarebbe improvvisamente crollata travolgendolo. La croce, spiega un sito della Vallecamonica, é stata realizzata su disegno di Enrico Job. E’ una trave curva, larga 72 cm e con profondità variabile dai 2 metri della base fino a 0,60 cm della cima. Raggiunge l’altezza di oltre 30 metri.

“I ragazzi stavano facendo merenda e sono scappati in tutte le direzioni quando hanno sentito il rumore del legno che si spezzava: purtroppo quel giovane è andato nella direzione sbagliata”. Lo riferisce all’ANSA il sindaco di Cevo, Silvio Cetrone che è subito corso sul luogo della tragedia. “Qui c’è un bell’anfiteatro oltre allo spiazzo erboso – ha spiegato il sindaco – è meta di gite e pellegrinaggi, mai ci saremmo aspettati un dramma del genere”.