Renato Accorinti, sindaco Messina con bandiera della pace a cerimonia 4 novembre

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Novembre 2013 18:44 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2013 18:44

MESSINA – Il sindaco di Messina Renato Accorinti in occasione della festa delle Forze Armate, stamani a Messina in piazza Unione Europea davanti al monumento ai caduti e ai carabinieri in alta uniforme, ha esposto la bandiera multicolore della Pace scatenando mugugni, qualche grido e discussioni tra i presenti alla cerimonia.

Leggi anche: Renato Accorinti, nuovo sindaco di Messina. Insediamento a piedi scalzi (video e foto)

Accorinti ha rivolto un appello a tutti i sindaci dei Comuni italiani, prima di esporre la bandiera della pace, citando l’inizio dell’articolo 11 della Costituzione: ”L’Italia ripudia la guerra” e ha aggiunto:”Si svuotino gli arsenali, strumenti di morte e si colmino i granai, fonte di vita. Il monito che lanciava Sandro Pertini sembra ancora ad oggi cadere nel vuoto. Nulla da allora è cambiato. L’Italia, paese che per la Costituzione ripudia la guerra, continua a finanziare la corsa agli armamenti ed a sottrarre drasticamente preziose e necessarie risorse per le spese sociali, la scuola, i beni culturali, la sicurezza”. ” La nostra isola – ha proseguito Accorinti – rischia di diventare una portaerei del Mediterraneo: una base dalla quale fare partire strumenti di morte e controllare con tecnologie satellitari (Muos) i paesi stranieri. Anche l’arrivo dei flussi migratori è vissuto come un problema di ordine pubblico da affrontare con le forze armate, da circoscrivere in ghetti, lontani dagli sguardi della popolazione italiana. Questa Amministrazione appoggia quelle lotte e quegli ideali. Questa Amministrazione dice Sì al disarmo. Questa amministrazione, fedele alla Costituzione Italiana, dichiara il proprio No a tutte le guerre”.

(Foto Ansa)