Siriano salvato in mare: abbraccio con turista greca FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Settembre 2015 18:29 | Ultimo aggiornamento: 1 Settembre 2015 19:28

Una turista greca abbraccia un migrante siriano. La foto, pubblicata lo scorso 28 agosto su Facebook è diventata un’immagine simbolo di quanto sta accadendo da mesi al largo delle coste greche, dove migliaia di siriani in fuga si riversano sulle coste delle isole, le stesse in cui stanno villeggiando i turisti.

A pubblicare lo scatto è stata la turista Sandra Tsiligeridu che viaggiava su una barca con i suoi amici verso Kos: la comitiva, dopo un’escursione nella piccola isola di Pserimos  ha avvistato un uomo in mare. Inizialmente, il gruppo pensava che si trattasse di un sub e così ha cambiato direzione per evitarlo. Ad accorgersi poi che si trattava di un uomo in difficoltà è stata Sandra, che ha chiesto di tornare indietro per aiutarlo. In mare si trovava Mohamed, un ragazzo di 28 anni che era in mare da 13 ore. Mohamed facweva parte di un gruppo di 39 migranti salpati dalla Turchia alle 5 del mattino. L’uomo riusciva a stare a galla grazie ad un giubbotto di salvataggio.

Quando gli scafisti hanno perso uno dei due remi, Mohamed si è gettato in mare per recuperarlo e non è poi più riuscito a risalire sulla barca. Il giubbotto di salvataggio gli ha permesso di rimanere in vita. Quando Sandra e i suoi amici lo hanno raccolto dal mare il giovane siriano era stremato. Lo hanno coperto con vestiti puliti e stretto in un abbraccio fino al porto di Kos. In un’intervista, Sandra ha raccontato che Mohamed sta bene ed è riuscito a ritrovare la sua famiglia. poi ha concluso: “Mi ha stretto la mano dicendomi ‘grazie’. Un ‘grazie’ che non dimenticherò mai”.

Siriano salvato in mare abbraccio con turista greca FOTO

Siriano salvato in mare abbraccio con turista greca FOTO