Luciano De Crescenzo è morto: lo scrittore napoletano aveva 90 anni

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Luglio 2019 16:30 | Ultimo aggiornamento: 22 Agosto 2019 10:41

Nella foto Ansa, Luciano De Crescenzo

NAPOLI – Luciano De Crescenzo è morto. Un nuovo lutto colpisce il mondo della cultura all’indomani del decesso di Andrea Camilleri. 

Lo scrittore napoletano avrebbe compiuto 91 anni il prossimo 18 agosto. Personaggio popolare, ingegnere elettronico prima di darsi alla scrittura, era stato allievo del matematico Renato Caccioppoli e aveva lavorato in ufficio fino a diventare dirigente alla Ibm. Un lavoro che lasciò a metà degli anni Settanta per dedicarsi alla scrittura.

Il suo libro d’esordio era stato Così parlò Bellavista, pubblicato da Mondadori nel 1977, un bestseller da cui venne tratto anche un film omonimo, diretto dallo stesso De Crescenzo. Tra i testi divulgativi, i due volumi de La storia della filosofia greca (1983 e 1986), prima e dopo Socrate.

Una quarantina le sue opere in tutto, tra cui ricordiamo Oi dialogoi, del 1985, Fosse ’a Madonna!, del 2012, Garibaldi era comunista, del 2013, e Stammi felice, del 2015. De Crescenzo è stato anche attore, regista e sceneggiatore (de Il pap’occhio, 1980, tra gli altri).

Il suo ultimo lavoro, Napolitudine, del 2019, firmato insieme al napoletano Alessandro Siani, De Crescenzo, che si era trasferito a Roma, raccontò il suo rapporto con la città natale: “A me Napoli manca sempre, persino quando sono lì!”. (Fonte: Il Corriere della Sera)