Brussels Explosions su Facebook per avvertire parenti-amici

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Marzo 2016 12:55 | Ultimo aggiornamento: 22 Marzo 2016 12:55
Bruxelles: Facebook 'Brussels Explosions' per avvertire cari

Bruxelles: Facebook ‘Brussels Explosions’ per avvertire cari

BRUXELLES – Facebook, come avvenne dopo gli attentati di novembre a Parigi, ha aperto una pagina chiamata ‘Brussels Explosions‘ dove si può far sapere ad amici e familiari di non essere rimasti coinvolti nelle esplosioni. Cliccando, appare la scritta ‘Safe‘ (al sicuro) accanto al proprio nome, e la notifica va a tutti i contatti Facebook della persona in questione.

Dopo gli attentati a Bruxelles di questa mattina, su Twitter si stanno moltiplicando gli hashtag (#Bruxelles, #PrayForBelgium, #NoAlTerrorismo), mentre il profilo ufficiale belga del social network ha diffuso una lista degli account da seguire che danno notizie su infrastrutture e servizi d’emergenza. Tra questi c’è quello del ‘DG Centre de Crisi‘, un’agenzia a servizio del governo che si occupa di gestire situazioni di crisi e sicurezza.

Isis si vendica a Bruxelles con due bombe in aeroporto ed esplosioni nelle stazioni della metro di Maelbeek e Schuman. Non c’è ancora una rivendicazione formale ma tutto porta a intravedere nelle esplosioni la firma della sigla terroristica islamica. Impossibile non notare che i due attentati arrivano a 3 giorni dall’arresto di Salah Abdeslam: tutti lo davano in Siria, poi un’operazione congiunta di polizia francese e belga porta dritto a Molenbeek, periferia di Bruxelles.

Zaventem è l’aeroporto da cui partono molti voli low cost per l’Europa ma anche voli a lungo raggio per gli Stati Uniti: le esplosioni, ad opera di kamikaze, sono avvenute pochi minuti dopo le 8 davanti ai banchi del check in per l’American Airlines, ulteriore suggestione per chi ora dovrà indagare su questa mattanza. Chi si è fatto esplodere, ha quindi dovuto fare qualche passo oltre l’ingresso, lontano dai controlli di polizia per chi entra nei gate.