Roma Fringe Festival 2020, si può ancora partecipare fino al 18 novembre

di Francesca Cavaliere
Pubblicato il 16 Novembre 2019 13:29 | Ultimo aggiornamento: 16 Novembre 2019 22:15

Roma Fringe Festival 2020, si può ancora partecipare fino al 18 novembre

ROMA- Si può ancora partecipare alle selezioni per il Roma Fringe Festival 2020, fino alla mezzanotte di lunedì 18 novembre infatti c’è ancora tempo, basta andare su sito di romafringefestival e seguire le istruzioni.

La data di iscrizione è stata prorogata per la grande richiesta di artisti e compagnie desiderose di partecipare all’edizione romana del Fringe Festival, il più importante festival mondiale di spettacolo dal vivo.

Oggi sono ben 240 i festival  Fringe annuali nel mondo, ma tutti sono gli eredi del primo Fringe Festival che ebbe luogo a Edimburgo nel 1947.

Si tratta di una manifestazione che coinvolge ogni anno nel mondo 19 milioni di spettatori, 170 mila artisti per 79 mila spettacoli, dall’Australia agli Stati Uniti, dall’Asia alla nostra Europa.

Il Fringe Festival romano, che ha mosso i suoi primi passi nel 2012, oggi è arrivato alla sua ottava edizione e può vantare il patrocinio della World Fringe Society. Si tratta di un vero e proprio punto di riferimento per tutti gli artisti indipendenti che ambiscono a una platea internazionale e che ogni anno vede crescere le richieste di partecipazione.

Le location del Fringe Festival di Roma e la vetrina internazionale

Gli spettacoli hanno avuto e avranno ancora location prestigiose come Villa Ada, Castel Sant’Angelo, Villa Mercede, Mattatoio – La pelanda e il Teatro Vascello, ma soprattutto danno la possibilità, grazie alla partnership con World Fringe Network, di accedere a una vetrina internazionale. Infatti il Fringe oltre a essere una piattaforma di lancio, è anche,, come dicono gli organizzatori “Una finestra spalancata sull’ampio panorama del giovane teatro italiano.”

I premi del Fringe Festival nel mondo

Diversi sono stati negli anni scorsi i vincitori del Roma Fringe Festival che hanno ottenuto premi e riconoscimenti nel mondo. I vincitori del Roma Fringe 2013, 2014 e 2016 hanno trionfato come miglior spettacolo al San Diego Fringe 2014, 2015 e 2018. I vincitori dell’edizione del 2012 sono stati menzionati dal New York Times e l’anno successivo, grazie al Roma Fringe, hanno partecipato al New York City Fringe Festival. Lo spettacolo vincitore dell’edizione 2015 è stato considerato dalla critica il miglior spettacolo della stagione teatrale italiana. Mentre i vincitori dell’edizione 2017 debutteranno al Sidney Fringe.

Il nuovo progetto del Roma Fringe Festival

Per dare alle compagnie una possibilità concreta di far conoscere il proprio lavoro in tutta Italia, nel 2019 è nato Zona Indipendente, un circuito di teatri indipendenti dislocati in tutta Italia, da Mestre a Palermo, da Padova a Bari – tra cui il prestigioso Teatro Vascello di Roma– che ospiteranno in stagione lo spettacolo vincitore del premio Miglior Spettacolo Roma Fringe Festival.

Uno dei premi che il Roma Fringe Festival assegnerà alla compagnia vincitrice è proprio una tournée italiana nei teatri del circuito Zona Indipendente: un sostegno concreto per chi frequenta il teatro indipendente in Italia.

La Giuria

Per il 2020, come per gli anni passati, la selezione degli spettacoli che porterà a decretare il vincitore del premio  Miglior Spettacolo Roma Fringe Festival 2020 si dividerà in due fasi.

Nella prima fase verranno valutati tutti gli spettacoli in scena dal 6 al 17 gennaio sui palchi del Mattatoio – La Pelanda, fino a decretare i 3  finalisti.

Qui la giuria sarà composta dai direttori (o da loro delegati) dei 12 teatri che aderiscono al progetto. Saranno loro ad attribuire i premi del Roma Fringe Festival come Miglior Regia, Miglior Drammaturgia, Speciale Off, Miglior Attrice, Miglior Attore e Spirito Fringe.

Nella seconda fase, i 3 spettacoli finalisti avranno la possibilità di una ulteriore replica – nella finale che si terrà al Teatro Vascello di Roma il 24 gennaio- davanti a una giuria selezionata che avrà il compito di assegnare il premio come Miglior Spettacolo Roma Fringe Festival 2020.

Qui la giuria non sarà la stessa della prima fase. A valutare gli spettacoli saranno infatti Manuela Kustermann (come presidente di giuria), Raffaella Azim, Ferruccio Marotti, Italo Moscati, Valentino Orfeo, Pierpaolo Sepe, Ulderico Pesce, Pasquale Pesce

Tutti i premi di categoria verranno annunciati durante la finale del 24 gennaio al Teatro Vascello di Roma.

A uno dei 3 spettacoli finalisti verranno consegnati il Premio Alessandro Fersen assegnato dalla Fondazione Alessandro Fersen e il Premio della Critica assegnato da critici e giornalisti accreditati.

Il Premio Finale

Lo spettacolo a cui verrà assegnato il premio come Miglior Spettacolo Roma Fringe Festival 2020, potrà vincere l’accesso, come rappresentante italiano, al Fringe Festival di Amsterdam, oppure a quelli di Londra, o di Parigi, o  di San Diego;

Un altro premio potrà essere una tournée di 12 date italiane presso i teatri del circuito Zona Indipendente che ospiteranno lo spettacolo vincitore nella stagione 2020/2021.

Il Roma Fringe Festival si distingue e si connota come una delle realtà più significative del panorama nazionale “un ottimo punto di partenza – dicono gli organizzatori– per un progetto destinato a crescere negli anni a venire, che vuole estendere la propria azione fino a creare un circuito che favorisca gli scambi internazionali tra i fringe di tutto il mondo, con l’obiettivo di creare una rete di relazioni, nazionali e internazionali, in grado di poter connettere in tempo reale tutti i soggetti protagonisti delle arti sceniche (teatri, compagnie, drammaturghi, attori, registi) che formano la grande famiglia del Teatro Indipendente. Un luogo attivo dove l’agire collettivo aumenta la capacità di guardare il mondo con uno sguardo inedito, nella piena libertà di espressione e di ricerca.