Ligabue deluso dal Pd: “Non voterò alle primarie. Ma Grillo non ha le risposte”

Ligabue deluso dal Pd: "Non voterò alle primarie. Ma Grillo non ha le risposte"
Ligabue deluso dal Pd: “Non voterò alle primarie. Ma Grillo non ha le risposte”

MILANO – Luciano Ligabue deluso dal Pd ma neppure troppo fiducioso nel Movimento 5 Stelle. “Credo di far parte di un club molto nutrito, il Pd sa quanto ha deluso i suoi elettori” ha detto il rocker a Milano per presentare il suo nuovo album intitolato Mondovisione. ”Non voterò alle primarie”.

Per Ligabue il Movimento guidato da Beppe Grillo “è necessario per dire che c’è da cambiare”. ”Il Movimento 5 Stelle ha costretto la politica a pensare di dover cambiare, fino al loro arrivo – ha spiegato il rocker – era chiaro agli elettori, ma non alla politica”.

Ma il fatto che i grillini siano necessari ”non vuol dire che abbiano le risposte per questo paese – ha precisato Ligabue – io non so quali siano e quale sia la persona più indicata a darle, per me è più facile dirlo se lo vedo in azione”. Quel che è certo è che ”è sotto gli occhi di tutti la disaffezione per la politica, è facile aver voglia di un cambiamento anche drastico dopo tanti anni”.

E’ una Mondovisione che freme di indignazione quella distillata da Ligabue nei 12 brani inediti e nei 2 strumentali che compongono il suo nuovo album, in uscita il 26 novembre, a tre anni di distanza dall’ultimo lavoro ‘Arrivederci, Mostro!‘. Lui, di solito volutamente lontano tanto dalla politica quanto dalla cronaca “perché invecchia le canzoni”, questa volta è “arrivato a un punto dove sono arrivati un po’ tutti: non se ne può più – è sbottato – per questo ho dato voce a uno sfinimento”, soprattutto nel singolo ‘Il sale della terra‘ e nel brano ‘Il muro del suono’, che entreranno di diritto nella scaletta dei concerti negli stadi che il rocker terrà tra maggio e luglio 2014.

Comments are closed.

Gestione cookie