Wind Music Awards 2015, ecco i vincitori che si sono esibiti all’Arena di Verona

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 giugno 2015 16:01 | Ultimo aggiornamento: 5 giugno 2015 16:01
Wind Music Awards 2015, ecco i vincitori che si sono esibiti all'Arena di Verona

(Foto LaPresse)

VERONA – Ventiquattro premiati per i loro album e tante esibizioni hanno caratterizzato la serata dei Wind Music Awards 2015 che si sono svolti nell’Arena di Verona. I premi sono andati agli artisti che sono riusciti a superare la soglia delle 25 mila copie vendute, raggiungendo alcuni anche il traguardo del disco di platino e del multiplatino.

Non solo sono state celebrate le hit più recenti, ma anche quelle d’antan che la maggior parte dei giovani stipati sulle gradinate dell’anfiteatro romano hanno solo conosciuto grazie alla discoteca familiare, visto che i più non erano nemmeno nati quando Gianni Morandi portava al successo “C’era un ragazzo che come me…”, e anni dopo Claudio Baglioni interpretava “Strada facendo”.

I due ‘vecchi’ della musica italiana (50 milioni di dischi venduti da ciascuno) hanno voluto regalare questi due successi che hanno avuto dai 12 mila un coro d’eccezione, e perfettamente intonato. Stessa sorte è toccata a Nek che ha rispolverato con maestria “Se telefonando” riportando la mente indietro di una cinquantina d’anni fa la voce splendida (come sempre) di una giovane (e ancora televisivamente presentente) Mina.

5 x 1000

Per il resto la scaletta non è stata da meno visto che sul palco sono passati, tra gli altri, Biagio Antonacci, Biondi, Gigi D’Alessio, Francesco De Gregori (che ritornerà in Arena a settembre per celebrare i 40 anni di Rimmel), Lisa, Marco Mengoni, Modà, Negrita, Subsonica, Fiorella Mannoia (anch’ella in Arena a settembre ma per i 46 anni della sua carriera).

Standing ovation per i tre ragazzi, ormai internazionali del Volo che hanno sfidato, vincendo, riportando in auge un ritmo classico sintetizzato nel “Grande amore” con cui hanno vinto a Sanremo.

Pagina di alto lirismo musicale nell’omaggio a Pino Daniele, scomparso a luglio del 2014, con interpretazione di “Napule è” uscita dall’impeccabile voce di Emma, vestita con abito da sera bianco, seduta su uno sgabello la vincitrice di Sanremo 2012 non ha nascosto l’emozione, fattasi più intensa quando è stato consegnato ad Alessandro Daniele il premio dovuto a suo padre, Pino, per l’album “Nero a metà special edition”. A consegnarlo Mannoia, Francesco Renga, Elisa, Mario Biondi, artisti che erano con Pino nel live proprio sul palco dell’Arena.

Per il resto, tutto da copione, che ha confermato l’affiatamento di una coppia ormai supercollaudata di presentatori come Vanessa Incontrada e Carlo Conti che non ha ancora deciso se ripresenterà il Festival di Sanremo.

Assenti, non giustificati, Vasco Rossi, Jovanotti, Nicolò Fabi, Daniele Silvestri, Max Gazzè, Cesare Cremonini, Paolo Conte, Carmen Consoli e The Kolosser che sono stati menzionati, giustamente, per avere anch’essi venduti migliaia di copie (per Vasco anche l’album più venduto dell’anno).

I premi

Gianni Morandi e Claudio Baglioni ricevono un premio per gli oltre 50 milioni di album venduti nella loro carriera, 100 milioni in due.

Elisa riceve il premio multiplatino per “L’anima vola”.

Francesco De Gregori riceve il premio disco di platino per “Vivavoce”.

Pino Daniele viene simbolicamente premiato per “Nero a metà Special Extended Edition”. Prossimamente verrà pubblicato un cd live.

I Modà vengono premiati per il multiplatino “Modà 2004-2014 L’Originale”

Ligabue riceve tre premi, due per i suoi album e uno da Earone per il maggior numero di canzoni di Ligabue passate dalle radio italiane.

Gianna Nannini riceve il premio per il multiplatino di “Hitalia”.

Eros Ramazzotti riceve il premio per il disco d’oro raggiunto con “PErfetto”.

Tiziano Ferro viene premiato per i cinque dischi di platino di “TZN – The Best of Tiziano Ferro”.

Fedez viene premiato per il doppio platino di “Pop-Hoolista”.

Francesco Renga premiato per il platino di “Tempo Reale”.

Il Volo premiato per il multiplatino di “Grande amore”. Ricevono anche un premio dalla P.M.I. da Dori Ghezzi come migliori “Artisti italiani nel mondo”.

Marco Mengoni riceve il premio per il doppio platino di “Parole in circolo”.

Biagio Antonacci riceve il premio per il multiplatino di “L’amore comporta”.

Nek riceve il premio il disco d’oro di “Prima di parlare”.

Fiorella Mannoia riceve il premio per il platino di “Fiorella”.

I Negrita ricevono il premio per l’oro di “9”.

Emis Killa riceve un premio per il platino di “Mercurio”

Lorenzo Fragola riceve un premio per l’oro di “1995”.

Mario Biondi riceve un premio il platino di “A very special Mario Christmas”.

I Club Dogo ricevono un premio per l’oro di “Non siamo più quelli di Mi Fist”

Clementino riceve un premio per l’oro di “Mea Culpa”.

Deborah Iurato riceve un premio per il platino dell’Ep “Deborah Iurato”.

Marracash riceve un premio per l’oro di “Status”.