Federica Giacomini, “Ginevra Hollander”: la pornostar scomparsa da Brescia. Sospetti sul compagno

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Aprile 2014 12:16 | Ultimo aggiornamento: 14 Aprile 2014 12:19

BRESCIA – Federica Giacomini, in arte Ginevra Hollander, una delle pornostar italiane più popolari, originaria di Brescia, è scomparsa nel nulla ormai da alcuni mesi. I genitori hanno presentato denuncia di scomparsa ai carabinieri di Desenzano del Garda il 19 gennaio. L’ultima volta l’avevano sentita il 31 dicembre. Ed ora il sospettato numero uno per la scomparsa è il compagno, o ex compagno di Federica, Franco Mossoni, 55 anni, di Brescia, già in carcere (con una parentesi anche in ospedale psichiatrico giudiziario) per omicidio negli anni ’80.

Quando la polizia ha chiesto notizie di Federica al marito (che oggi vive in una località protetta) lui si è sempre difeso, dicendo che la relazione era finita da tempo e che non sapeva più nulla di lei. A febbraio Franco Mossoni era tornato a far parlare di sé quando si presentò all’ospedale San Bortolo vestito in versione Rambo: con anfibi, tuta mimetica e una giubbino antiproiettile, minacciando una guardia e mostrando una pistola nel borsello.
Il vigilante, come raccontato dal Corriere di Brescia (questo il link all’articolo originale), aveva tentato di controllare il 55enne, la reazione era stata violenta ed era riuscito a fuggire. Ma, tempo un giorno e Mossoni si era consegnato. Federica, come riporta il quotidiano, risulta intestataria del contratto di affitto dell’appartamento occupato dal 55enne, e pure della sua sim telefonica.
La polizia di Vicenza. da mesi, dopo la denuncia dei genitori di Federica, sta passando al setaccio i tabulati telefonici, per capire chi ha incontrato Federica prima di sparire.

(foto Facebook)