Fortuna Loffredo, perizia sui disegni: “Abusi sessuali da quando era all’asilo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 ottobre 2014 12:47 | Ultimo aggiornamento: 27 ottobre 2014 13:11
Fortuna Loffredo, perizia sui disegni: "Abusi sessuali da quando era all'asilo"

Fortuna Loffredo, perizia sui disegni: “Abusi sessuali da quando era all’asilo”

NAPOLI – La piccola Fortuna Loffredo subiva abusi sessuali da quando andava all’asilo. Questa la perizia sui disegni della bimba  eseguita da un pool di esperti, tra psichiatri e psicologi. Si indaga ancora sulla vicenda della bimba, morta lo scorso 24 giugno a Caivano, Napoli,  dopo essere stata gettata da un balcone della palazzina dove viveva.

Marco Di Caterino sul Mattino scrive:

“Per gli esperti chiamati in causa nell’indagine difensiva promossa dai legali di parte civile, i racconti grafici della piccola, sarebbero stati nella norma, per forme, colore e personaggi fino a quando la vittima aveva dai tre ai quattro anni. Successivamente, e secondo quando accertato dagli esperti della difesa, le rappresentazioni grafiche della piccola evidenziano un brusco cambio di rotta.

Il «sole» insieme con la figura di uomo – per gli esperti il papà finito in carcere per una storia di cd contraffatti – scompaiono dai disegni, mentre quello che la piccola compone sui fogli, evidenzia un marcato stato di sofferenza, psicologica e fisica. Una condizione di dolore chiuso e per forza dell’età che la bimba non riusciva ad elaborare, sostengono gli esperti”.

E prosegue:

“Uno stato di choc cronico che avrebbe causato quel calo attentivo e quelle difficoltà di apprendimento, manifestate con una certa evidenza nel corso del primo anno delle scuole elementari. Per questo, «Chicca» era seguita da un docente di sostegno e faceva logopedia in un centro specializzato di Aversa”.