L’Aquila, dirigente della Provincia “fece sesso con l’escort nell’auto blu”

Pubblicato il 4 Dicembre 2012 15:06 | Ultimo aggiornamento: 2 Marzo 2015 13:41

(Foto Lapresse)

L’AQUILA – Valter Specchio, dirigente della provincia de L’Aquila arrestato, ha usato, secondo Il Centro, l’auto blu anche per “incontri piccanti” con prostitute e escort. Specchio è stato arrestato con le accuse di corruzione, falso e peculato in relazione ai restauri post-terremoto nell’ambito del progetto “scuole sicure” che ha stanziato 54 milioni di euro, 30 finiti nelle casse della Provinicia.

Ecco la ricostruzione del Centro relativa al 7 luglio 2012: “Quella sera, come contesta l’accusa, Specchio invita a cena una ragazza romena in un ristorante di San Benedetto del Tronto. Alle 21,17 i due sono sull’auto di servizio della Provincia. Valter Specchio le regala un collier e la ragazza rimane stupita. Segue cena. Dall’1,22 alle 2,31, all’interno dell’auto blu, ci sono il dg della Provincia e la ragazza. I due si baciano, si legge a pagina 107 dell’ordinanza. Valter organizza per il giorno dopo, cena a Giulianova. Giunti all’abitazione della ragazza, la stessa gli chiede i soldi e Specchio glieli dà e dice che l’indomani andranno a cena e poi si fermeranno da qualche parte per toccarla un pochettino. All’1,36 la ragazza è fuori dall’auto e Specchio riparte. Lungo la strada, all’una e 46 minuti, prende a bordo una prostituta romena e si fermano in un parcheggio a Montesilvano. I due fanno sesso nell’auto di servizio.”

Ma non è l’unico episodio al quale Il Centro si riferisce. Un altro significativo raccontato dal giornale abruzzese porta invece la data del 9 maggio 2012: Alla festa di compleanno del dirigente regionale Pierluigi Caputi, in un ristorante vicino a un albergo nella zona Ovest dell’Aquila, il 9 maggio 2012, Specchio e l’amico, che giorni prima parlano anche di un senatore tra gli invitati, portano due ragazze dal Teramano. Ecco le istruzioni: «Il nostro amico non sa niente, è una sorpresa. Facciamo finta che siete due ragazze del ristorante, mi segui? Quindi state normali. Il proprietario vi dà il grembiulino e vi invitiamo a stare con noi al tavolo, mi segui…che poi,…dopo la torta facciamo lo spettacolino…c’è un duetto che suona…voi avete la base…l’albergo lo abbiamo preso proprio di fronte al ristorante…»