Zhou Chengli, 70enne cinese che si colpisce i testicoli con martelli e mattoni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Luglio 2014 19:31 | Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2014 20:12
Zhou Chengli, il 70enne cinese che si colpisce i testicoli con martelli e mattoni

Zhou Chengli, il 70enne cinese che si colpisce i testicoli con martelli e mattoni

PECHINO – Il settantenne Zhou Chengli è un ferroviere cinese in pensione che vive nella provincia di Hubei, che pratica l’antica arte del “Tie Dang Gong”, disciplina legata al kung fu Shaolin. L’arte consiste nel colpirsi i testicoli con martelli, mattoni e pesi di piombo per rafforzare i genitali. Più questi sono forti, più l’uomo è forte. 

La pratica implica esercizi quotidiani e duri colpi nell’area inguinale: si tratta di una segreta tecnica daoista che rendeva gli uomini invincibili sul campo di battaglia, tramandata fino ai giorni d’oggi. Tra i benefici della pratica, ci sono il sistema immunitario, l’energia e la potenza, e la cura alle disfunzioni sessuali.

Tutto comincia attraverso il potere della mente che riesce a far confluire il sangue in un punto preciso. Le due fasi del Tie Dang Gong” sono: prima la meditazione e il massaggio per rafforzare schiena e reni, poi l’esercizio per abituare la parte passa del corpo a sostenere oggetti pesanti.

Gli studenti, a quanto pare, riescono ad alzare con il pene almeno 25 kg. Zhou invece, dal canto suo ha iniziato il training quando gli è stata diagnosticata una cirrosi epatica ed ora dice di stare decisamente meglio. Ora vuole far conoscere a tutti questo metodo che ritiene salutare.