Francia 2012, Maroni: “Sconfitta di Sarkozy è anche sconfitta di Monti”

Pubblicato il 7 Maggio 2012 - 13:11 OLTRE 6 MESI FA

MILANO – ”Il voto in Francia e in Grecia e’ contro questa Europa, contro un’Europa Superstato, l’Europa delle tasse e dei banchieri”. Ne e’ convinto Roberto Maroni, che parlando al termine della riunione del gruppo leghista in Regione Lombardia, si e’ detto soprattutto certo che ”la sconfitta di Sarkozy e’ la sconfitta di Sarkozy-Merkel-Monti, la terna delle tasse”.

”Hollande – ha osservato Maroni – ha fatto campagna elettorale contro il fiscal compact che ha firmato anche Monti, un accordo che sottrae sovranita’ ai parlamenti in materia fiscale e che prefigura il Superstato europeo, il Leviatano di Hobbes”.

L’esponente leghista vede dunque l’esito delle elezioni in Francia, e in qualche modo anche in Grecia, come il segnale che ”c’e’ spazio per una nuova Europa, l’Europa dei popoli e delle regioni, che e’ il progetto della Lega”. Per Maroni, infatti, non siamo di fronte a ”una vittoria della sinistra contro la destra, ma del popolo contro l’Europa dei banchieri: questa Europa ha fallito, bisogna che se ne costruisca una nuova”.