Le gocce omeopatiche per le mucche e la nostra carne sarà più sicura

BRUXELLES – Se una bistecca vi piace non è detto che sia sicura e nell’Ue tutta intenta a pensare alla prevenzione e alla salute è entrata una nuova filosofia, quella dell’allevamento protetto dall’omeopatia.

Se i farmaci convenzionali spesso sono abusati o sono aggressivi per le nostre mucche, “meglio passare alla medicina tradizionale” avranno pensato all’Unione europea. In testa ci sono i battaglieri della goccina, i socialisti Ulrike Rodust e Luis Capoulas, ma sono ostacolati dall’opposizione dei conservatori inglesi, per cui l’omeopatia per bistecche sicure è “una pazzia destinata a bruciare soldi”.

Per ora è solo un progetto, ma il programma ha già avuto il lasciapassare della Commissione Agricoltura sotto forma di emendamento al Bilancio 2012. I soldi in ballo sono 2 milioni di euro per incentivare gli Stati dell’Unione a sostituire i farmaci normali con quelli omeopatici.

Recentemente Paolo de Castro (PD) aveva ricordato che i farmaci dati all’animale passano all’uomo. Carla De Benedictis, veterinaria e omeopata, sostiene che il metodo alternativo “può, certo, essere una componente rilevante nella prevenzione delle malattie animali soprattutto laddove, come nel biologico, l’uso degli antibiotici è vietato come cura preventiva”.

Comments are closed.

Gestione cookie