Portogallo in crisi: il deficit sale al 10,6% del Pil, 2,7 punti in più del 2012

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Giugno 2013 15:40 | Ultimo aggiornamento: 28 Giugno 2013 15:44
Portogallo in crisi: il deficit sale al 10,6% del Pil, 2,7 punti in più del 2012

Pedro Passos Coelho, premier del Portogallo (LaPresse)

LISBONA, 28 GIU – Il deficit pubblico del Portogallo ha raggiunto il 10,6% del Pil nel primo trimestre del 2013, 2,7 punti in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (7,9%), un dato che rende difficile il raggiungimento dell’obiettivo del 5,5% concordato con la Troika (BCE, FMI, UE).

Lo ha reso noto l’Istituto nazionale di statistica portoghese. In termini congiunturali, il valore registrato ora è più alto di quello relativo al quarto trimestre del 2010, quando l’allora governo di centrosinistra, guidato da José Sócrates, chiese l’intervento della Troika che concesse al Portogallo un prestito di 78 miliardi.

Rispetto al primo trimestre dello scorso anno, la spesa pubblica è cresciuta del 5,9%, quella per il personale del 2% e quella in conto capitale del 33,8%. Nonostante questi dati il segretario di Stato al bilancio, Luis Morais Sarmento, ha mostrato ottimismo sull’evoluzione dei conti pubblici perché – ha detto – “indicano che il successo del programma di aggiustamento predisposto dal governo” conservatore guidato da Pedro Passos Coelho.