facebook

Berlusconi offre la cena ai suoi: mozzarella e prosciutto come antipasto… piatti estivi per chi in vacanza non ci va

Verdini, Sacconi, Caliendo, Ciarrapico, Cicchitto, Gasparri e così via. Tutti a cena da Berlusconi sulla terrazza Caffarelli, nel pieno centro storico di Roma. Arrivano tutti puntuali intorno alle 21 per parlare, discutere di cose delicate che riguardano partito e governo.

Lui, il bosso, il capo del governo, arriva un po’ in ritardo, verso le 21 e 40, si intrattiene con Gasparri, Bondi e Quagliariello prima di accomodarsi a cena.

Menù della serata, oltre a P3, Fini, intercettazioni e manovre, ci sono tartine con salmone e parmigiano, ricottina, mozzarella di bufala e del prosciutto con melone. Piatti freshi ed estivi, un giusto premio per un governo che in vacanza non ci va.

Anche se stiamo parlando solo dell’antipasto, poi ecco apparire i primi composti da farfalle con verdure, riso con gamberetti e pomodorini. Per secondo vitello tonnato e sformato di melanzane. Chiude un imponente gelato alla frutta.

A fare gli ordini di casa ci pensa Gasparri prene il microfono in mano e comincia a spargere lodi ed encomi, in particolare a quei senatori che “hanno partecipato a 3.994 votazioni su 4.000, dei veri recordman, anche se in futuro bisognerà essere più presenti”.

To Top