La rivincita di Berlusconi passa per Alfano “coordinatore” unico?

Pubblicato il 31 Maggio 2011 10:32 | Ultimo aggiornamento: 31 Maggio 2011 10:35

Angelino Alfano

ROMA – La sconfitta per Silvio Berlusconi è incassata, Umberto Bossi è furioso, per Roberto Maroni è una “sberla”. Serve dunque una rivincita e da Bucarest il Cavaliere prova a fare la prima mossa annunciando Angelino Alfano, ministro della Giustizia, come coordinatore unico.

Il partito è la prima cosa in lista da fare, c’è una parte consistente dei berlusconiani che spinge per le primarie. Non sono nomi marginali, tra loro ci sono Roberto Formigoni, governatore della Lombardia, Franco Frattini, ministro degli Esteri. Il titolare della Difesa Ignazio La Russa a mezza bocca ha espresso le paure di molti esponenti: “Se si candida lui (Berlusconi), le primarie sono finite ancora prima di cominciare”.

Non resta che aspettare il vertice del Pdl per capire davvero cosa voglia fare il presidente del Consiglio per calmare un po’ le sue file agitate. Di dimettersi non ha intenzione: “Io sono sempre in disaccordo con la sinistra, devo dare ragione adesso? Ma dai…”.

Quindi Alfano potrebbe diventare presto coordinatore unico: “Si tratta di un processo che era già avviato, un lavoro sul Pdl di cui mi occupo direttamente, perché vogliamo rilanciarlo alla grande”, ha detto il premier. Per poi però mettere le mani avanti: “Vediamo”.