Brunetta: "Se lo spread torna a 200 ha vinto Monti"

Pubblicato il 5 Dicembre 2011 18:53 | Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre 2011 18:56

ROMA, 5 DIC – ''Se lo spread tra Btp e Bund torna a 200, Monti ha vinto''. Cosi' l'ex ministro Renato Brunetta, parlando con i cronisti a Montecitorio.

La manovra del governo Monti, sottolinea poi Brunetta, ''contribuira' solo per un decimo al pareggio di bilancio. Gli altri nove decimi sono il frutto delle manovre messe in campo dal governo Berlusconi, dal 2008 a oggi''. ''Il pacchetto di misure di Monti – spiega Brunetta – vale 30 miliardi lordi. Le manovre dal 2008 a oggi ben 265 miliardi. Un totale di 295 miliardi, per i quali il governo Berlusconi ha contribuito per nove decimi''.

Brunetta si sofferma inoltre su alcuni aspetti della manovra del governo Monti, come le misure sulle pensioni. ''La riforma delle pensioni – afferma – e' esattamente quella che il Pdl voleva fare a luglio e che non e' riuscita a fare per l'opposizione della Lega''.

Nell'ambito del governo Berlusconi, ricorda Brunetta, ''c'era uno scontro tra il presidente del Consiglio e Tremonti: il presidente del Consiglio voleva manovre sviluppiste, il ministro dell'Economia no. E questo e' stato l'elemento di maggiore debolezza del nostro governo. Se avessimo dato ascolto alla linea sviluppista del presidente Berlusconi, molto probabilmente i mercati ci avrebbero premiati''.