Bus a fuoco, Salvini: “Sindaci controllino le fedine penali degli autisti”

di Veronica Nicosia
Pubblicato il 21 marzo 2019 9:27 | Ultimo aggiornamento: 21 marzo 2019 9:53
Salvini dopo bus a fuoco: tutti i sindaci facciano controlli su autisti

Bus a fuoco, Salvini: “Sindaci controllino che non ci siano delinquenti alla guida”

di Veronica Nicosia

ROMA – Matteo Salvini annuncia che invierà una circolare a tutti i sindaci affinché le persone con precedenti non possano guidare gli autobus. Questa la “soluzione” del ministro dell’Interno dopo che Ousseynou Sy, 47enne italiano di origine senegalese, ha preso in ostaggio 51 bambini e dato fuoco al bus di Autguidovie di cui era autista.

Intervistato a Porta a porta, il ministro dell’Interno che semina odio non ha nessuna voglia di abbassare i toni. L’autista ha detto davanti ai suoi piccoli ostaggi prima e davanti ai magistrati poi di voler reagire alle politiche migratorie volute dal governo. Quelle politiche migratorie di cui Salvini si vanta via social. Una vendetta per i migranti uccisi, gridava Sy sul bus. Un gesto estremo e che però non trova alcuna giustificazione.

Salvini ancora una volta decide di gettare benzina sul fuoco. Prima definisce l’autista una “bestia ignorante”. Poi lancia una nuova misura, anch’essa per accendere gli animi: “”Già domani mando una circolare a tutti i sindaci per fare quello che dovrebbe essere scontato, ma che non tutti fanno, ovvero chi lavora a contratto, soprattutto con dei ragazzini, porti la fedina penale”.

Una proposta ribadita anche nell’intervista del 21 marzo a Radio24, in cui dice: “Dire che sia colpa di Salvini è istigazione a delinquere. Scriverò una circolare a tutti i sindaci per chiedere di controllare che non ci siano delinquenti alla guida di un bus”. (Ansa)