Congresso delle famiglie, Tiziana Drago rompe il fronte M5S e va a Verona

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 marzo 2019 22:40 | Ultimo aggiornamento: 29 marzo 2019 22:40
Congresso delle famiglie Tiziana Drago

Congresso delle famiglie, Tiziana Drago rompe il fronte M5S e va a Verona

VERONA – Colpo di scena nel primo pomeriggio di oggi, venerdì 29 marzo, con la partecipazione al Congresso delle Famiglie della senatrice M5s Tiziana Drago, che ha praticamente sconfessato le parole del suo leader Luigi Di Maio. Il vicepremier, nei giorni scorsi, aveva dichiarato che nessun parlamentare M5s avrebbe partecipato al Congresso, in dissenso con la visione della donna propugnata dall’evento.

E dunque se la senatrice rincara la dose dal palco spiegando che “il M5s non è una realtà politica legata solo alle dichiarazioni di questi giorni, ci sono anche senatori e deputati che hanno apertura verso la famiglia tradizionale”, dall’altra la collega di partito, la ministra della Salute Giulia Grillo, bolla quella di Verona come una “manifestazione di estrema destra” dove “si paragona, a detta di alcuni relatori, l’omosessualità al satanismo: questa è quella che mi fa un po’ più ridere, se mi permettete – ha aggiunto -, perché è ai limiti del ridicolo ed è ovviamente priva di qualsiasi fondamento scientifico”.

E sull’aborto: “Non è negandolo che si favorisce la natalità in questo Paese”. Le fa eco Vincenzo Spadafora, parlamentare M5s e sottosegretario alla presidenza del Consiglio: “Quello di cui si discute a Verona non sarà mai nell’agenda di questo governo”. (fonte: Agi)