Governo, Castelli: “Può succedere di tutto, previsioni non se ne possono fare”

Pubblicato il 1 agosto 2010 21:25 | Ultimo aggiornamento: 1 agosto 2010 21:27

Robeerto Castelli

”In questo momento previsioni non se ne possono fare, può succedere veramente di tutto”. Così il viceministro per le infrastrutture, Roberto Castelli (Lega), rispondendo ai giornalisti a Cortina, si è espresso sulla situazione del Governo. ”Dipende tutto – ha aggiunto – dallo stato d’animo dei singoli parlamentari, è qualcosa che nemmeno i leader possono prevedere. Neanche Gianfranco Fini, secondo me, sa esattamente su quanti uomini può contare”.

Per Castelli, può diventare determinante il voto sulla sfiducia a Giacomo Caliendo. ”Io non so se i numeri per noi ci sono – ha proseguito – e non ho fatto i conti uomo per uomo. Noi arriviamo a 342-344, considerando il gruppo misto. Se ne togliamo 33 alla Camera non arriviamo alla maggioranza, che è di 315”. ”Siamo convinti – ha concluso – che Fini cercherà di sostituire Berlusconi con qualche governo tecnico che metta fuori gioco prima di tutto  il premier, ma soprattutto la Lega, perché è evidente che loro non vogliono il federalismo fiscale”.