Governo, Della Vedova: “Da noi nessuna marcia indietro”

Pubblicato il 19 Novembre 2010 8:58 | Ultimo aggiornamento: 19 Novembre 2010 12:20

Nessuna ”marcia indietro”. Semmai un ”appello a tutti quelli che credono nel progetto di Futuro e Libertà”. Il vicecapogruppo dei finiani alla Camera, Benedetto della Vedova, spiega così, in un’intervista alla Stampa, il senso del videomessaggio del presidente Gianfranco Fini. Il fatto che Fini non abbia di nuovo chiesto le dimissioni di Silvio Berlusconi, ma anzi lo abbia invitato a ”onorare gli impegni”, per Della Vedova è ”un passaggio politico assolutamente accidentale. Non è che tutte le volte che Fini parla debba parlare di Berlusconi”.

Intanto, precisa, ”ricordiamo che si è scelto di rinviare di un mese l’appuntamento della chiarezza. E quindi anche noi ora vediamo che succede. Certo, nel video non c’era nessun attacco a Berlusconi. Se qualcuno se l’aspettava sarà rimasto deluso, ma non era il momento e neppure lo scopo”. Se la scelta del premier resta un ”no” all’ipotesi proposta da Fini ”di una ripartenza”, bisogna ”aspettare fino al 13 dicembre”.

Per Della Vedova, al Cavaliere ”non riuscirà la prova di forza in Parlamento. Al massimo, finisce rocambolescamente con una ‘fiducina’ per un governicchio che durerà lo spazio di un mattino”, perchè ”in Parlamento c’è una maggioranza con lui e anche senza di lui”.