Lombardia, Pdl: “Lega si impegni su politiche” Chiusura Maroni? Berlusconi “No”

Pubblicato il 9 Dicembre 2012 20:46 | Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre 2012 21:48
Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi (Foto Lapresse)

MILANO – Il vertice Pdl in via Rovani a Milano si è concluso con un nulla di fatto, ma Silvio Berlusconi è ottimista e parla di un “incontro costruttivo”. Nessuna apertura per il momento alla candidatura di Maroni al Pirellone, lo stato maggiore del partito è stato chiaro in tal senso. “Prima di parlare di candidato in Lombardia, bisogna parlare di contesto nazionale”.  Ma anche su questo l’ex premier spariglia le carte in tavola e a domanda diretta dei cronisti su una chiusura a Maroni dice “no, no tutt’altro”.

“Per noi è prioritario che la Lega esprima la sua posizione in un quadro nazionale”, ha detto il coordinatore lombardo del Pdl Mario Mantovani al termine del vertice con Silvio Berlusconi.

In attesa di un segnale dalla Lega sull’alleanza a livello nazionale per la presidenza della Regione Lombardia ‘‘i nostri candidati sono più di uno’‘, ha affermato Mantovani. ”Oggi al tavolo ce ne era più di uno presente”, ha aggiunto parlando con i giornalisti senza fare nomi (dovrebbero essere presentati nei prossimi giorni alla Lega).

”Maroni – ha detto – potrebbe essere la soluzione ma non l’unica”. E a chi gli ha chiesto se la candidatura di Gabriele Albertini sia tra quelle considerate oggi il coordinatore lombardo del Pdl ha risposto: ”Albertini in questo momento è un parlamentare del Pdl, se recede da questo rapporto spigoloso con la Lega, è uno dei candidati possibili”.

Accanto a Mantovani, la vice coordinatrice Viviana Beccalossi che non ha escluso l’eventualità anche di primarie di coalizione per individuare il candidato presidente della Regione Lombardia.