Napolitano: “Riforma del lavoro per dare sicurezza ai giovani”

Pubblicato il 8 Marzo 2012 13:51 | Ultimo aggiornamento: 8 Marzo 2012 14:10

ROMA – ”Una riforma del mercato del lavoro” darebbe ”piu’ sicurezza economica ai giovani’ producendo ”anche una maggiore propensione ad avere figli”: ”e tutto questo gioverebbe di certo alla nostra economia”. Lo dice Giorgio Napolitano oggi al Quirinale in occasione dell’otto marzo, giornata della donna. Il Capo dello Stato nel suo intervento al Quirinale in occasione della festa della donna e’ partito dalla necessita di rovesciare ”la vecchia ipotesi” che il lavoro di per se’ scoraggi la maternita’.

Secondo Napolitano ”le donne che non lavorano o sono lavoratrici precarie, e quindi prive di tutela, non si sentono in grado di affrontare la maternita’ con tutte le responsabilita’ che questa comporta”. E’ quindi ”la mancanza di un reddito sufficiente e stabile a scoraggiare le donne”.    Dando quindi per acquisito che il bassissimo tasso di occupazione femminile in Italia significa un consistente abbassamento del Pil e che la mancanza di tutele porta ad un altrettanto basso tasso di natalita’, il presidente della Repubblica ha osservato quanto sarebbe importante una ”riforma del mercato del lavoro”.

Una riforma che, ha pero’ precisato Napolitano, non puo’ essere costruita ”solo in termini di benefici economici”. ”Una societa’, un sistema economico, un mercato del lavoro, un welfare che scoraggino la maternita’ – ha sottolineato – non sarebbero apprezzabili neppure se consentissero livelli di crescita ragguardevoli”. Anche se questo, ha subito chiarito, ”non e’ il caso italiano”.